Il Vietnam passa all’open source

Quando penso al Vietnam mi vengono in mente le popolazioni povere, le capanne fatte ancora di canne o qualcosa di simile. Gente che fa lavori di fatica per riuscire ad arrivare a fine giornata (non a fine mese). Probabilmente questi ricordi sono dovuti alle immagini nella mia testa dell’invasione americana. Oggi però girovagando per la rete ho trovato questa notizia e la cosa mi ha stupito non poco. Uno dei paese meno civilizzati e tecnologici del mondo…passa all’open source…Subito i criceti hanno fatto girare la ruota che alimenta i miei pensieri e purtroppo mi sono chiesto: “come mai il Vietnam, pensa bene di risparmiare sulle licenze software mentre il mondo moderno, quello che si vanta e che si lustra, non ci ha mai pensato?” o meglio, qualche pensiero c’è stato. Ci sono state fin troppe discussioni in parlamento. Tanti bei buoni propositi del politico di turno “risparmiamo a favore dei cittadini” e tutti “bravo!!” 56 minuti di applausi. Si come no -_-‘   E poi però dove sono i risultati? Praticamente nessuno. Ci sono però comuni in Italia che i sistemi open source li hanno adottati (a loro un applauso), ma perchè i grandi enti no? Voi direte: “e ma mica ci sono gli stessi programmi! Linux è indietro! E poi vuoi mettere le esigenze del Vietnam con quelle dell’Italia?”. Quando sento questa frase (quella che linux è indietro) mi prendono sempre le convulsioni….comunque linux non è indietro, il problema è che chi sviluppa programmi lo fa solo per windows e la colpa non è solo di chi sviluppa.  Ogni volta che un governo, un ente, il custode dell’ente pubblico, ecc fanno un bando per la realizzazione di un software, perchè non lo fanno fare anche per linux? Poi ognuno scegli: ho tutti pc windows? Ok installo quello epr win, voglio passare all’open source? Figata c’è il programma. Sarebbero ampliamente soddisfattte tutte le esigenze di tutti i comuni. Poi c’è da pensare anche alla sicurezza, non sareste più sicuri anche voi pensando che questo e questo non potrà mai succedere?

Linux fa paura

La maggior parte delle volte che si parla di linux nella pubblica amministrazione mi sento dire “eh ma linux qua non lo conosce nessuno! come si fa a dire agli impiegati di usarlo”, bhe perchè win lo conosce qualcuno? Scrivere tanti fogli di word non vuol dire conoscere windows… “eh ma se si impalla qualcosa chi ci guarda?” ad esempio l’assistenza come ha sempre fatto? Chi ha mai messo le mani sul server se non “il ragazzo viene e guarda il server?” E comunque…se il server win deve essere riavviato ogni mese (una volta l’ho addirittura letto sul contratto di assistenza) quello linux è molto più difficile che si impalli. Qualche progetto c’è stato e poi fallito. Perchè? Perchè chi lo usava non trovava le icone come le aveva a casa -_-‘  Mi immagino già la rivista che leggono queste persone “Utonto 2000”.

Parliamo di soldi (perchè poi è sempre li che si va a parare)

Proviamo a fare 2 conti: ubuntu (ma anche mandriva, opensuse, e le altre 2000 versioni di linux in giro) sono gratuite, win costa 100€ a licenza. Facciamo finta che il comune di milano abbia 100 pc (dal mio punto di vista ce ne sono molti di più)

costo pc con ubuntu: zero

costo pc con win: 100*100 = 10.000

Anche qua qualcuno dirà “si ma che costi di manutenzione hai? E la formazione del personale? Ed il porting del software?? Vuoi mettere quanto spendi subito?” E quella è la prola magica subito, si perchè poco dopo inizia il guadagno. E’ vero che l’adozione di sistemi open source comporta l’investimento di risorse, a volte lo ammetto ingenti, che con gli anni si riducono drasticamente (basti pensare che non si devono pagare licenze, e  che comunque una licenza di un software libero costa meno di uno proprietario). Mentre il costo dei sistemi proprietari rimane sempre sul fisso alto (oltre alla normale manutenzione ci sono licenze da rinnovare).

Infine vi mostro questro grafico

Io non lo commento. Fatelo voi.

Tag: , , , , , , , , , ,

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: